sabbiatura mattoni

Sabbiatura, i vantaggi nel restauro e nelle ristrutturazioni

La sabbiatura è un processo meccanico mediante il quale si erode la superficie di un manufatto, al fine di prepararla per trattamenti successivi, oppure riportarla allo stato primario. La tecnica, tra le più versatili in edilizia e carpenteria, si presta a essere utilizzata su più supporti, dal metallo alla pietra. Nel caso della sabbiatura di metalli, gli accorgimenti da utilizzare sono quelli dettati dalla normale logica quotidiana.

Gli amanti del fai da te possono avvalersi di questa tecnica per i loro piccoli lavori domestici o per coltivare le proprie passioni – come chi si diletta a restaurare vecchie automobili o motociclette – ma quando si tratta di grandi superfici è bene rivolgersi agli esperti del settore.

IL TRATTAMENTO DELLA SABBIATURA SU SUPERFICI MURARIE

Nell’ambito del fai da te, risultano particolarmente utili le pistole sabbiatrici. Come dicevamo, questi strumenti sono adeguati per piccole superfici – come il telaio di una moto – ma è sconsigliato utilizzarle su aree estese come una facciata con mattoni faccia a vista. Non solo il tempo impiegato risulterebbe di gran lunga superiore al necessario, ma anche il lavoro risentirebbe dell’inadeguatezza dell’utensile impiegato. L’utilizzo della tecnica della sabbiatura nel restauro e nella ristrutturazione si effettua con correnti abrasive molto particolari, da differenziare in caso di manufatti, monumenti o costruzioni d’interesse storico.

Nelle ristrutturazioni, per esempio, tale tecnica è impiegata con successo nella pulitura e riqualificazione delle capriate in legno. Oltre a un’azione di pulizia profonda, la sabbiatura svolge anche una funzione disinfettante, in grado di dilavare tutti i residui di sporco, batteri e agenti infestanti che non solo danneggiano il legno, ma sarebbero pericolosi anche se ingerite per via aerea.

All’interno degli edifici, la sabbiatura è impiegata anche nei manufatti metallici, come cancellate e corrimano per scale interne ed esterne. In questo caso, è possibile utilizzare anche la pistola sabbiatrice di cui vi abbiamo parlato in precedenza.

MICROSABBIATURA E BICARBONATO DI SODIO

Per quanto riguarda il restauro, invece, tra le più gettonate ritroviamo senza dubbio quella con il bicarbonato di sodio. Se nella sabbiatura a secco tradizionale, la corrente abrasiva è composta da granuli di sabbia silicea, in quella impiegata nel campo delle belle arti, il manufatto è lambito da una corrente di bicarbonato.

La tecnica, conosciuta anche come microsabbiatura, è in grado di dilavare residui di lavorazione precedenti, escrementi di animali, tracce di vernice (tra cui, anche scritte e graffiti) e tutti gli agenti esterni e patogeni che potrebbero compromettere la naturale durata della superficie trattata.

About Blu